Ti sembra di non vedere bene da lontano? Cause e rimedi

Non veder bene da lontano cause e rimedi

Le avvisaglie dei difetti visivi sono varie. Una su tutte causa fastidio e difficoltà nella vita di tutti i giorni: non vedere bene da lontano.

Erroneamente si pensa che la difficoltà a vedere bene da lontano sia per forza colpa del subentro della miopia. In questo articolo scoprirai che anche astigmatismo e ipermetropia possono farti strizzare gli occhi per cercare di mettere a fuoco gli oggetti lontani.

L'occhio vede bene da lontano fintanto che il suo punto focale, ossia quel punto in cui convergono tutti i raggi luminosi che passano attraverso la cornea, si forma precisamente sulla retina. Ma dove, di preciso? In un punto chiamato fovea che raccoglie la maggior parte dei recettori in grado di comunicare al cervello ciò che stiamo vedendo.

Quando il punto focale non cade in quella posizione le immagini che arrivano al cervello sono sfocate e questo non fa vedere bene da lontano.

 

Occhiali da vista da 99€ e progressivi da 199€. Design, qualità e convenienza: scopri tutte le offerte Ottiqo!

 

I difetti visivi che fanno vedere male da lontano

Miopia

La miopia è il difetto visivo più diffuso. In Italia ne è affetto circa il 25% della popolazione e la sua insorgenza è più comune in età scolare. Le cause scatenanti questo difetto visivo sono ancora in fase di studio ma ormai è ampiamente accettata l'opinione che un prolungato utilizzo della visione da vicino e la genetica svolgano un grande ruolo.

Un occhio si dice miope quando il suo punto focale si forma davanti alla retina. Questo può accadere perché l’occhio è troppo lungo oppure perché la cornea è troppo potente e quindi fa convergere prima i raggi luminosi. Maggiore sarà la distanza fra punto focale e retina più sarà elevata l'entità della miopia.

La miopia, anche di bassa entità, non permette di vedere bene da lontano perché l'occhio non ha nessun modo per compensare spontaneamente questo difetto.

Ipermetropia

Nell'ipermetropia lo sfocamento è dovuto alla formazione del punto focale dietro alla retina e, al contrario della miopia, questa condizione occorre perché l'occhio è troppo corto oppure perché la cornea è poco potente. In questo caso le cause sono principalmente genetiche.

L'ipermetropia è un difetto subdolo perché per basse entità passa in sordina grazie all'attività di compensazione del cristallino, una lente interna all'occhio che contraendosi può farlo diventare più potente e quindi riportare il punto focale sulla retina.

Quando il cristallino inizia a perdere la sua capacità di contrazione, ossia quando ci si avvicina all'età della presbiopia, oppure quando l'entità dell'ipermetropia è media o elevata, allora l'occhio inizia a non vedere bene né da né da vicino.

Astigmatismo

L'astigmatismo è un difetto visivo complesso in cui addirittura non si crea un punto focale, bensì due linee focali inclinate fra loro di 90° e separate fra loro da una certa distanza, da cui dipenderà l'entità del problema da correggere. La causa di questo sfasamento del sistema di messa a fuoco dell'occhio è solitamente la forma della cornea che invece di essere sferica è torica.

La cornea di forma torica presenta un raggio di massima curvatura e uno di minima che fanno in modo di creare zone di massimo potere refrattivo e zone di minimo rendendo impossibile la formazione di un singolo punto focale.

Le linee focali possono formarsi davanti alla retina (astigmatismo miopico), dietro alla retina (astigmatismo ipermetropico) oppure una davanti e una dietro (astigmatismo misto). Per basse entità lo sfocamento e la distorsione delle immagini, specialmente vicine, non è percepito. Tuttavia, quando l'astigmatismo inizia a superare le 2,00 diottrie allora si inizia a non vedere bene da lontano e gli oggetti sembreranno distorti e quasi sdoppiati, più che sfuocati.

 

Rimedi per chi non vede bene da lontano

Se non si vede bene da lontano per colpa di uno spostamento del punto focale rispetto alla retina, il rimedio sarà quello di riportarlo proprio là dove deve stare! Ottenere questo risultato non è così difficile: basta recarsi dall'ottico e farsi approntare il giusto paio di occhiali da vista.

I miopi avranno bisogno di essere corretti con delle lenti oftalmiche di potere negativo, chiamate anche divergenti, che fanno in modo di compensare la troppa potenza convergente del loro occhio.

Viceversa gli ipermetropi dovranno indossare lenti di potere positivo, ossia della stessa famiglia delle lenti d'ingrandimento, che aiutano i raggi luminosi a convergere di più e quindi a formarsi proprio sulla retina.

Anche gli astigmatici possono tornare a vedere bene grazie a un semplice paio di occhiali con lenti oftalmiche toriche, proprio come la loro cornea, che faranno in modo di spostare entrambe le linee focali sulla retina e ristabilire la corretta percezione delle immagini.

Scopri le offerte

 

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti