<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=368390107154414&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Prima volta con le lenti a contatto? Ecco cosa devi sapere

ragazza lenti a contatto

Molti non amano vedersi con l'occhiale da vista calzato, o semplicemente lo trovano un ausilio scomodo, soprattutto in specifiche situazioni. Pensiamo, ad esempio, allo sport o a eventi mondani.

Per questa categoria di persone le lenti a contatto rappresentano la scelta ideale da adottare per correggere il proprio difetto visivo.

 

Quando hai fatto l'ultimo controllo visivo? Non aspettare più: prova il nostro test della vista online!

 

Tipi di lenti a contatto

Le lenti a contatto morbide sono quelle che vengono vendute più frequentemente perchè si adattano alla forma della cornea e sono talmente discrete che una volta indossate non si sente di averle addosso.

All’interno di questa categoria possiamo poi distinguere varie tipologie che si differenziano per la frequenza di sostituzione:

  • Lenti giornaliere o usa e getta, che vengono buttate via subito dopo la rimozione;
  • Lenti settimanali, da gettare dopo sette giorni di utilizzo;
  • Lenti mensili, che devono essere sostituite dopo un mese dal primo utilizzo.

La lente a contatto ideale per le tue necessità viene scelta in collaborazione con l'ottico, che si occuperà di effettuare in studio diverse applicazioni al fine di trovare la lente che meglio reagisce con il tuo occhio.

Una volta trovata la tua lente ovviamente dovrai imparare a maneggiarla. In questo articolo troverai tutto ciò che c'è da sapere sulla gestione della tua lente a contatto.

 

Evita assolutamente il fai da te

Utilizzare le lenti a contatto alla lunga diventa un gioco da ragazzi, ma resta pur sempre un gioco pericoloso: d'altronde l'occhio è un organo sensibile e quindi va trattato sempre con cura e molta attenzione.

Online si trovano molti video tutorial su come gestire le lenti a contatto ma, sebbene gli autori di alcuni siano professionisti della visione, è sempre bene affidarsi a un ottico contattologo in carne ed ossa. Così facendo, in caso di necessità avrai sempre un esperto a tua disposizione per consigli e aiuti, specialmente in caso di reazioni avverse dovute a uno scorretto utilizzo della lente.

 

Tieni pulita la lente

L'occhio riesce a difendersi dai corpi estranei e dagli agenti patogeni grazie alle palpebre e al flusso del film lacrimale sulla sua superficie, ma queste sue tecniche naturali funzionano bene in condizioni normali. Andando ad applicare la lente a contatto si espone l'occhio a un grosso rischio di contaminazione che può portare ad irritazioni e addirittura pericolose infezioni.

Tenere una corretta igiene personale è il requisito minimo indispensabile per poter essere un buon portatore di lenti a contatto. È indispensabile pulirsi sempre le mani prima di maneggiare la lente. Nel caso di lenti a contatto settimanali e mensili è importante che anche che queste vengano pulite e disinfettate con gli appositi liquidi sia prima di inserirle sia dopo averle tolte.

Inoltre se si fa uso di cosmetici è consigliabile inserire la lente prima del trucco così si riduce il rischio che venga sporcata da dei residui.

 

Impara a mettere e togliere la lente

L'inserzione e la rimozione della lente a contatto non è una faccenda banale perchè l'occhio, ovviamente, cerca di opporsi all'inserzione di un corpo estraneo. Per questo è importante che la prima applicazione venga fatta nello studio dell'ottico contattologo, così ti potrai rendere conto del tuo grado di sensibilità e avrai a disposizione una guida esperta nel caso di difficoltà e complicazioni.

Come mettere le lenti a contatto

In primo luogo lavati accuratamente le mani e asciugale per bene, successivamente prendi la lente dalla confezione e, poggiandola sul dito, controlla che non sia rovesciata. Per farlo basta guardare i bordi: se questi si piegano verso l'esterno allora la lente va capovolta.

Le palpebre vanno tenute aperte usando entrambe le mani; tipicamente la mano libera regge la palpebra superiore mentre con le dita libere dell'altra mano si tiene abbassata quella inferiore. Cerca di applicare la lente sulla parte bianca dell'occhio, che è quella meno sensibile, e per farlo aiutati spostando lo sguardo: di solito le persone si trovano bene tenendo uno specchio sul tavolo e guardando lateralmente, così non vedono la mano arrivare.

Una volta inserita la lente chiudi delicatamente le palpebre e sbattile finchè non si posiziona correttamente.

Come togliere le lenti a contatto

La rimozione della lente a contatto va fatta in maniera similare. Una volta usate le mani, pulite e ben asciutte, per tenere aperte le palpebre, la lente va pizzicata delicatamente con i polpastrelli di pollice e indice. Le prime volte si rischia di toccare direttamente l'occhio e causare piccoli bruciori e irritazioni, per cui questo processo può risultare un po’ fastidioso.

Esistono anche delle ventose per la rimozione delle lenti a contatto ma vanno usate con cura perché una rimozione troppo brusca rischia di causare abrasioni sulla cornea. Nel caso in cui la rimozione della lente risulti difficoltosa a causa della lente secca allora è possibile instillare nell'occhio qualche goccia di soluzione salina oppure appositi lubrificanti e sostituti lacrimali.

test della vista online

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti