Cerchi degli occhiali da vista super comodi? Fai attenzione a calzabilità e stabilità

Cerchi degli occhiali da vista super comodi Fai attenzione a calzabilità e stabilità

Sempre più spesso gli occhiali da vista sono considerati oggetti di tendenza da indossare a piacimento abbinandoli al look: quasi ci si dimentica che per molte persone sono accessori con una funzione ben precisa, da portare per molte ore del giorno.

In questi casi, nella delicata fase della scelta dell’occhiale, oltre all’estetica è fondamentale valutare bene anche il comfort della montatura e delle lenti, perché solo optando per degli occhiali da vista comodi si potrà contare su un acquisto davvero soddisfacente sul lungo periodo!

Ma come si fa a capire quali occhiali sono davvero comodi, quando nella maggior parte dei casi si hanno a disposizione solo pochi minuti per provarli in negozio?

 

Quale montatura si addice al tuo stile? Scarica l'ebook e scopri come scegliere la fantasia dei tuoi occhiali da vista!

 

Vuoi un paio di occhiali da vista comodi? Attenzione a calzabilità e stabilità

Oltre a scegliere una forma e una dimensione della montatura adatte al proprio volto, in fase di acquisto dell’occhiale bisogna verificarne la calzabilità e la stabilità.

Come un abito “veste” più o meno bene un corpo, anche l’occhiale può “calzare” meglio o peggio il nostro volto, e ciò dipende da come le lenti si centrano di fronte agli occhi.

La stabilità, poi, è la capacità di mantenere questa calzata in modo costante, senza micromovimenti che spostino di continuo la posizione della lente davanti all’occhio.

Calzabilità e stabilità sono alla base del comfort degli occhiali da vista e dipendono a loro volta da alcuni parametri.

 

Correttezza del ponte e delle aste, i parametri che puoi valutare in autonomia

Provando l’occhiale puoi valutare in autonomia i primi due fattori: innanzitutto la correttezza del ponte (ovvero quella parte della montatura che corrisponde alla distanza fra i bordi interni delle lenti, proprio sopra al naso).

Nel caso in cui il ponte sia troppo stretto gli occhiali calzeranno alti, mentre quando è troppo largo tenderanno a scendere fastidiosamente sul naso. Come è intuibile, in entrambi i casi viene meno la stabilità della montatura sul volto e la distanza delle lenti dagli occhi si modificherà di continuo: una vera e propria seccatura che probabilmente finirà per scatenare dei gran mal di testa!

Il secondo fattore da controllare per avere occhiali da vista comodi sono le aste: queste infatti devono avere una lunghezza ottimale (le misure standard sono 135, 140 o 145 millimetri) e non devono mai esercitare una pressione eccessiva sulle tempie.

La pressione è regolabile attraverso le cerniere e, dopo la prima messa a punto in fase di acquisto, nel tempo può modificarsi: è quindi opportuno di tanto in tanto farla revisionare dall’ottico.

Se hai già un paio di occhiali (da vista ma anche da sole) particolarmente confortevoli, che ti calzano bene, il consiglio è quello di segnarne le misure che si trovano sulle aste e ricercarle anche negli occhiali successivi: per quanto ci possano essere variazioni in base ai modelli e alle marche, avrai comunque una buona base di partenza per scegliere un nuovo occhiale. Ricorda comunque che l’ottico saprà indirizzarti al meglio, sia che tu abbia già delle misure sia che si tratti del tuo primo occhiale!

 

Angolo pantoscopico e meniscatura del frontale: i fattori più tecnici

Angolo pantoscopico, questo sconosciuto! Eppure questo parametro molto tecnico è davvero importante per avere occhiali da vista comodi: esso indica l’inclinazione che la montatura deve assumere sul volto per avere una giusta calzabilità.

La meniscatura fa invece riferimento al grado di avvolgimento del frontale, che deve garantire una costante distanza delle lenti rispetto agli occhi durante i movimenti che questi compiono lateralmente.

Entrambi i parametri devono essere valutati con accuratezza dall’ottico in fase di acquisto dell’occhiale per far sì che si possano avere calzabilità e stabilità davvero ottimali.

 

Occhiali da vista comodi: l’importanza del materiale della montatura

Infine, non dimentichiamo che anche il materiale della montatura ha il suo “peso”( non solo in senso figurato!) nel comfort di un paio di occhiali da vista.

La leggerezza dell’occhiale è infatti un aspetto importante per garantirne il comfort, ma altri parametri da tenere presenti sono, ad esempio, il fatto che il materiale sia anallergico e il più possibile resistente al calore.

L'acetato di cellulosa, se di ottima qualità, è tra i materiali più comodi e in grado di coniugare resistenza e leggerezza, oltre all’estetica sempre accattivante.

La maggior parte degli occhiali in metallo, oggi molto di tendenza, ha invece il plus di garantire una calzabilità su misura grazie alla presenza dei naselli, che consentono di regolare il ponte ogni volta che se ne senta la necessità, facilmente e in modo autonomo.

Scegli la montatura giusta per te

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti