Lenti progressive: tutti i pro e i contro

Donna con lenti progressive

Mano a mano che l'età anagrafica avanza, anche i “giovani dentro” vanno inevitabilmente incontro a un comune processo d'invecchiamento dell'occhio. Questo comporta un progressivo sfocamento della visione da vicino: la presbiopia.

Volenti o nolenti a tutti prima o poi toccherà portare un occhiale da vista, sia che si abbiano già difetti visivi quali miopia, ipermetropia o astigmatismo, sia che la presbiopia sia l'unica responsabile.

Fortunatamente i progressi tecnologici nel campo dell'ottica hanno portato allo sviluppo di una tipologia di lenti oftalmiche in continua evoluzione, capaci di garantirti una visione dinamica e naturale nonostante le peculiari esigenze di un presbite: le lenti progressive.

Sicuramente avrai già sentito parlare di questo tipo di lenti, delle volte chiamate anche multifocali, ma sai cosa sono esattamente? In questo articolo avrai modo di capire non solo come funzionano ma anche quali sono i loro pro e contro.

 

Occhiali da vista da 99€ e progressivi da 199€. Design, qualità e convenienza: scopri tutte le offerte Ottiqo!

 

Presbiopia e lenti progressive: cosa sono?

Le lenti progressive sono l'ingegnosa e perfetta soluzione per correggere la presbiopia.

La presbiopia consiste in uno sfocamento progressivo della visione prima a distanza ravvicinata e successivamente anche di quella a media distanza. Ciò è causato da un lento irrigidimento del cristallino, una lente interna all'occhio che con la sua contrazione ti permette di vedere nitidamente oggetti posti a diverse distanze. Questo processo di regolazione della messa a fuoco si chiama accomodazione e funziona come l'analogo meccanismo delle fotocamere digitali.

Le lenti progressive sono speciali lenti oftalmiche lavorate in modo da avere una scala di poteri correttivi disposti verticalmente, a formare quello che viene chiamato canale di progressione.

Nella zona alta della lente, precisamente dove si trova la pupilla del tuo occhio quando guardi oggetti molto lontani, si trova il potere correttivo per il lontano. Mano a mano che lo sguardo scende verso il basso, la correzione diventa sempre più potente fino a raggiungere il massimo, che ti consente di mettere a fuoco le lettere del giornale o del libro.

Guardando in una zona intermedia tra questi due estremi puoi vedere a fuoco il monitor del computer oppure lo schermo della televisione che si trova dall'altra parte del salotto.

Sostanzialmente la molteplicità di poteri correttivi di questa lente simula l'accomodazione quando la tua inizia a bloccarsi o è del tutto ferma.

 

Tutti i pro delle lenti progressive

Gli occhiali progressivi hanno migliorato la vita dei presbiti di tutto il mondo da quando sono stati introdotti sul mercato. I loro vantaggi sono semplici ma significativi.

Innanzitutto sollevano coloro che già portano gli occhiali, che siano miopi o ipermetropi, dal fastidioso “metti e togli” che sono costretti a fare quando vogliono passare dalla visione da lontano a quella da vicino, o viceversa. Questo macchinoso passaggio è invece obbligato usando dei semplici e comuni occhiali con lenti monofocali, ossia ottimizzate per vedere a fuoco a una sola distanza.

Inoltre, specialmente per un presbite avanzato, l'utilizzo di due paia di occhiali monofocali rappresenta uno stressante compromesso: senza accomodazione né l'occhiale per lontano né quello per vicino saranno in grado di far vedere bene tutti gli oggetti posti a distanza intermedia. Esempi significativi sono lo schermo del computer, la televisione o le slide di una importante presentazione in ufficio.

Senza le lenti progressive saresti costretto a farti anche tre o quattro paia di occhiali monofocali per poter vedere bene a tutte le distanze che vuoi.

Scegliere le lenti progressive significa poter usare un solo occhiale per vedere bene a tutte le distanze. Oltretutto la tua visione non sarà solo dinamica ma anche naturale. Infatti, dopo un breve periodo d'adattamento la tua libertà d'azione e movimento sarà tale che quasi ti dimenticherai di star indossando un occhiale da vista!

 

I contro delle lenti progressive: esistono?

Le lenti progressive hanno pro e contro ma attualmente i pro sono talmente strabilianti e la tecnologia così avanzata da rendere i loro contro estremamente relativi e sormontabili.

Una volta le vecchie lenti progressive imponevano un lungo tempo di adattamento e una postura rigida. L'utilizzatore doveva imparare a mantenere lo sguardo nello stretto canale di progressione e a muovere esclusivamente gli occhi in verticale per trovare l'esatto punto di fuoco. Inoltre le zone laterali della lente creavano distorsioni tali che si era costretti a girare esclusivamente la testa per poter guardare lateralmente.

Le moderne lenti progressive, grazie alle sempre più raffinate tecniche di lavorazione, hanno minime distorsioni laterali e per di più il canale di progressione è molto più ampio. Gli occhi possono quindi spaziare con più libertà sulla lente e non si è costretti a movimenti rigidi.

Semplicemente basterà un breve periodo di adattamento per prendere confidenza con la struttura della lente e capire quali sono i pochi limiti da rispettare in base ai tuoi ritmi e alle tue esigenze.

occhiali da vista progressivi ottiqo

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti