Emicrania oftalmica: quando il mal di testa è connesso a disturbi visivi

Emicrania oftalmica

Soffri di mal di testa e non riesci a capire quale sia il motivo? Quando si parla di emicrania si apre davvero un mondo in quanto esistono diverse tipologie di cefalee, caratterizzate da cause e sintomi diversi e con durate variabili da pochi minuti ad anche piú di 72 ore nei casi più gravi.

Nella maggior parte dei casi, per fortuna, i mal di testa non sono debilitanti ma è necessario prestare attenzione ai sintomi e alla loro frequenza poiché questi ci danno indicazioni importanti riguardo le cause dell’emicrania.

 

Occhiali da vista da 99€ e progressivi da 199€. Design, qualità e convenienza: scopri tutte le offerte Ottiqo!

 

Emicrania oftalmica e difetti visivi

Tra i vari tipi di cefalee è importante citare l’emicrania oftalmica, non pericolosa e piuttosto comune. Se ci pensiamo, cranio, cervello e sistema visivo sono strettamente connessi tra loro, pertanto quando si presentano anomalie in una di queste zone inevitabilmente vengono colpite anche le altre. Nella maggior parte dei casi l’emicrania oftalmica dipende da un disturbo visivo non corretto, come miopia, astigmatismo ed ipermetropia. Quando si genera un sovraccarico lavorativo, lo sforzo a cui il sistema visivo viene sottoposto si traduce poi in uno spiacevole mal di testa.

Inoltre alcuni fattori che possono determinare questo tipo di cefalea sono da ricercare in patologie quali la cataratta o l'infiammazione del nervo trigemino. Tra le principali cause, a livello più specificamente fisico, pare vi sia anche la vasocostrizione dei vasi sanguigni connessi con il bulbo e la zona oculare, evento che porta al dolore tipico della cefalea, oltre che ad un temporaneo calo della vista.

 

Quali sono i sintomi del mal di testa da disturbo visivo?

I principali sintomi associati all’emicrania oftalmica comprendono:

  • fotofobia, ovvero notevole aumento della sensibilità alla luce;
  • aumento della lacrimazione;
  • fotopsie, ossia percezione di lampi di luce in assenza di luce;
  • scotomi, cioè alterazione parziale del campo visivo con comparsa di macchie scure o zone cieche;
  • vertigini;
  • nausea e vomito (nei casi più gravi).

Le 3 cause principali dell’emicrania oftalmica

Come anticipato, l’emicrania oftalmica non è pericolosa, pertanto non è il caso di spaventarsi! Tuttavia può essere utile comprendere, innanzitutto, se il tuo mal di testa dipende dai tuoi occhi e, in secondo luogo, quale difetto visivo ha originato il fastidio.

Se credi che la tua cefalea sia di natura oftalmica, in realtà la soluzione è più facile di quanto tu possa pensare.

Il primo passo da fare è quello di effettuare un controllo della vista che ti permetta di capire se è presente un difetto visivo non corretto. I difetti refrattivi quali miopia, astigmatismo e ipermetropia generano una visione sfocata o distorta che induce il sistema visivo ad uno stato di affaticamento oculare.

Ma andiamo ad analizzare nello specifico questi vizi refrattivi.

Miopia

La miopia dipende da molteplici fattori, quali un’eccessiva curvatura della cornea o del cristallino oppure da una lunghezza eccessiva del bulbo oculare. Queste alterazioni comportano una visione anomala degli oggetti posti in lontananza, in quanto i raggi luminosi non vengono messi a fuoco sulla retina ma prima di essa, generando un'immagine sfuocata.

Ipermetropia

Quando si parla di ipermetropia si fa riferimento ad un bulbo oculare più corto del normale, pertanto i raggi luminosi che passano attraverso le pupille vengono messi a fuoco dietro la retina, rendendo così difficile distinguere nitidamente i caratteri di un libro. Quando i valori di ipermetropia sono lievi l'occhio è in grado di correggere la messa a fuoco degli oggetti modificando la curvatura del cristallino, ma questo lavoro può essere causa di affaticamento visivo.

Astigmatismo

L'astigmatismo invece è un disturbo della vista che può essere causato da una deformazione della superficie corneale che si presenta meno sferica del normale, solitamente con una forma più allungata. Questa forma irregolare genera una visione deformata e poco definita degli oggetti. È molto frequente che un soggetto miope o ipermetrope sia anche astigmatico.

 

Come risolvere una cefalea di natura oftalmica?

Individuata la causa, la soluzione al problema è semplice e soprattutto indolore: basterà correggere il vizio refrattivo con un occhiale da vista per liberarsi dal fastidioso mal di testa, e non sarà più necessario ricorrere all'uso di farmaci che riducono i sintomi senza però risolvere il problema.

A questo punto non devi far altro che cercare un ottico optometrista vicino a te e affidarti al professionista, che saprà valutare la tua situazione e proporti la soluzione più corretta in base alle tue esigenze.

Oltre a non avere più fastidiose emicranie avrai anche un notevole miglioramento della qualità visiva che ti consentirà di apprezzare di più tutto ciò che ti circonda.

occhiali da vista progressivi ottiqo

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti