Come coniugare estetica ed efficacia nei tuoi occhiali da vista

Come-coniugare-estetica-ed-efficacia-nei-tuoi-occhiali-da-vista_rev_5

Un occhiale da vista perfetto presenta sempre una montatura adatta alla lente. Lo sapevi? Le montature sottili non vanno d’accordo con le miopie elevate, le lenti progressive non sono amiche di montature troppo piccole... e questi sono solo un paio di esempi!Ricorda dunque che è bene conoscere quale sia la montatura più adatta ad ogni difetto visivo in modo da non fare scelte sbagliate. Scopriamo insieme quali sono le regole da seguire!

 

Una soluzione per ogni difetto visivo: scarica la nostra guida e impara a scegliere le lenti giuste per te!

 

Quale montatura scegliere se sei miope

Innanzitutto è bene fare una distinzione tra alte miopie e basse miopie. Le prime possono essere classificate sotto le 4 diottrie (unità di misura del potere di una lente da vista), mentre le altre sopra le 4 diottrie.

In caso di miopie medio-basse, possiamo scegliere qualsiasi tipo di montatura e dedicare maggior attenzione allo spessore delle lenti, optando per lenti sottili. In presenza di forti miopie invece, la sottigliezza della lente non basterà e dovremo quindi porre l'accento sulla scelta della montatura.

Essendo le lenti per miopia spesse al bordo e sottili al centro, sarà preferibile scegliere montature in celluloide affinché lo spessore dell’acetato possa coprire quello delle lenti, conferendo un aspetto più gradevole.

Ma non basta. Considera anche che minori sono gli angoli meglio è! Prediligere forme arrotondate, infatti, permetterà di avere meno spessore alle estremità e quindi l’effetto estetico sarà più armonioso.

 

La montatura ideale per chi è ipermetrope

E per gli ipermetropi, invece? In realtà vale lo stesso discorso che per i miopi. Le persone con basse ipermetropie possono sbizzarrirsi scegliendo la montatura che più preferiscono. Chi ha un’ipermetropia medio-alta, invece, dovrà prediligere montature non eccessivamente grandi per evitare occhiali troppo pesanti, distorsioni nelle immagini e spessori troppo impegnativi dal risultato estetico sgradevole.

 

Astigmatismo? Ecco la montatura per te

Per chi ha astigmatismi medio-alti, ovvero maggiori di 2 diottrie, è consigliabile non scegliere montature perfettamente rotonde per evitare che pulendo l'occhiale la lente possa girare e quindi perdere l'assetto necessario per una perfetta visione.

 

Le opzioni per chi è presbite

La presbiopia è un difetto visivo che può insorgere dopo i 45 anni ed il cui sintomo è una difficoltà nella messa a fuoco degli oggetti vicini. Per contrastare questo difetto visivo le soluzioni più diffuse sono tre:

  • Lenti monofocali: queste permettono di vedere solo da vicino o solo da lontano, per cui saranno necessari due occhiali diversi nel caso in cui fossero presenti anche altri difetti visivi.
  • Lenti bifocali: soluzione due in uno, oggi è sconsigliata per la sua scomodità e per l'antiestetica lunetta che consente la visione da vicino. Per questo non ci soffermeremo su questo tipo di lente.
  • Lenti progressive: senza dubbio la tipologia più comoda e moderna, che permette la visione da vicino e da lontano senza discontinuità tra le varie aree della lente.

Partiamo dal primo caso, quello delle lenti monofocali. Esse richiedono l’uso di montature non troppo grandi in altezza, in modo da poter consentire al portatore di posizionare l’occhiale sulla punta del naso ed utilizzarlo solo nella visione da vicino. Una montatura grande potrebbe causare fastidio a chi lo indossa, fino ad arrivare al senso di nausea.

In questo caso il materiale della montatura può essere sia celluloide che metallo. Vale sempre lo stesso discorso dello spessore della lente, però: più è alta la gradazione, più la montatura in celluloide risulta migliore perchè regala un risultato estetico ottimale coprendo visivamente lo spessore della lente.

E per quanto riguarda le lenti progressive?

 

Offerta Occhiali Progressivi

 

Lenti progressive: quale montatura scegliere?

Veniamo adesso a coloro che utilizzano lenti progressive, ovvero quelle che permettono una visione nitida ad ogni distanza. Per far sì che questo avvenga, è necessario che la lente abbia una grandezza che permetta al potere correttivo di avere ampio spazio in tutte e tre le aree (lontano, intermedio e vicino).

In questo caso è bene che la montatura sia abbastanza alta da permettere che al di sotto della pupilla ci siano almeno 21 mm di lente da dedicare alle tre zone di messa a fuoco. Attenzione però! Non è necessario che la montatura sia grande anche al di sopra della pupilla o ai lati esterni, quelli tempiali; quelle zone infatti, non sono utili ai fini della visione, in quanto i tre poteri di progressione saranno applicati sulla superficie centrale della lente che va dalla pupilla verso il basso.

 

E le montature... senza montatura?

Gli occhiali cosiddetti “senza montatura” o, in linguaggio tecnico, dotati di montature “a giorno”, sono ambiti per la loro leggerezza e trasparenza. Per chi non ama l’occhiale e preferisce montature invisibili, questa può essere la scelta giusta.

Bisogna rapportarla, però, al tipo di lente di cui hai bisogno: se la tua gradazione è alta e le tue lenti sono molto spesse, tieni conto che in questo caso saranno interamente “a vista” e che quindi potrebbe essere penalizzato l’effetto estetico. Inoltre, essendo le lenti spesse, si potrebbe creare uno sbilanciamento nell'equilibrio della montatura, che diventerebbe troppo pesante nella zona del naso creando una sensazione di scomodità. A questo si aggiungerebbe un ulteriore rischio, ovvero che l’occhiale scivoli lungo il naso, causando problemi alla visione (situazione particolarmente problematica soprattutto nel caso di lenti progressive).

 

Hai ancora qualche dubbio?

Queste sono alcune delle informazioni che è bene conoscere e dei consigli che possono rivelarsi utili. L’ottico sarà al tuo fianco nella scelta della montatura e saprà suggerirti con precisione la più adatta al tuo difetto visivo oltre che al tuo viso.

Prendi tutte queste informazioni come spunto e falle tue, ma non preoccuparti, perchè sarai guidato nella scelta da personale preparato ed esperto. Fidati di loro ed uscirai con gli occhiali da vista perfetti per te!

Come scegliere le lenti da vista

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti