Addio effetto fondo di bottiglia, benvenute lenti ultrasottili

Addio effetto fondo di bottiglia benvenute lenti ultrasottili

L'occhiale ormai è un accessorio alla moda, un piacere da portare e sfoggiare, tant'è che anche le persone senza difetti visivi decidono di comprarne un paio con lenti neutre. A rendere l'occhiale da vista soddisfacente da indossare è anche la risoluzione di un fastidioso inestetismo con cui hanno dovuto combattere le “talpe” di vecchia generazione: il famoso effetto “fondo di bottiglia”.

Passi molto tempo al computer? Scopri come proteggere i tuoi occhi: scarica la guida gratuita!

 

Cos'è l'effetto “fondo di bottiglia”?

Immagina di prendere una bottiglia di vetro, di capovolgerla e di guardarne il fondo: noterai una marcata distorsione a cerchi concentrici della zona vicino ai margini del fondo. Ecco, questo stesso effetto lo si nota sulle lenti degli occhiali quando sono spesse, e ciò succede quando il difetto visivo da correggere inizia ad aggirarsi su gradazioni medie e alte.

Questo sgradevole inestetismo non è l'unico problema associato alle lenti spesse (chi finora le ha usate lo sa bene!). Più spessore vuol dire più materiale, il che implica più peso. Di conseguenza, l'occhiale tende a scivolare verso la punta del naso e a lasciare solchi e arrossamenti sotto i naselli e il ponte.

Non parliamo poi di quei casi in cui i bordi della lente sono talmente grossi che sporgono vistosamente dalla montatura!

Cosa fare per cercare di ovviare a tutti questi problemi? La risposta sono le lenti ultrasottili!

 

offerta su lenti progressive

 

 

Lenti ultrasottili: cosa sono e quando usarle

Un parametro fondamentale che definisce i materiali delle lenti oftalmiche è l'indice di rifrazione, che nelle lenti base è pari ad 1,5. Nelle lenti sottili e ultrasottili il valore di questo indice cresce: più sarà alto, più la lente risultante sarà sottile paragonata a quella standard.

Queste diverse tipologie di lenti, inoltre, mantengono una caratteristica tanto cara a molti utilizzatori: sono infrangibili. Il materiale utilizzato è organico e ciò garantisce una maggiore resistenza agli urti e una maggior leggerezza rispetto alle lenti di vecchia generazione che utilizzavano un materiale minerale, come il vetro crown.

Le lenti ultrasottili possono correggere qualsiasi ametropia: che tu sia miope, ipermetrope e/o astigmatico, potrai godere dei benefici di queste lenti innovative. Grazie a queste ultime, l'occhiale che indosserai sarà leggero, non ti lascerà pesanti segni sul naso, non scivolerà verso il basso e non urlerà al mondo intero quanto il tuo difetto visivo sia importante. Lo spessore del bordo sarà decisamente ridotto e soprattutto i tuoi occhi avranno un aspetto naturale per la sparizione dell'effetto “fondo di bottiglia”.

Tuttavia, per essere sicuro di ottenere risultati ottimali, è bene seguire delle linee guida basate sull'entità del tuo difetto visivo. Per esempio gradazioni basse, ossia comprese fra ±0,25 D e ±2,50 D circa, possono utilizzare lenti standard e anzi, in alcuni casi devono necessariamente farlo per non rischiare che la lente risulti troppo sottile per il montaggio nell'occhiale. Seguendo questa logica, per gradazioni di poco fuori intervallo, sarà sufficiente un piccolo aumento dell'indice di rifrazione mentre per gradazioni alte, indicativamente maggiori di ±5,00 D, l'utilizzo di una lente ad alto indice è caldamente raccomandato.

 

Anche la montatura gioca il suo ruolo

La montatura non è una semplice cornice per le tue lenti: la sua forma, il suo colore e la sua grandezza vanno inevitabilmente a modificare l'estetica del tuo viso. Questo, tuttavia, non è l'unico motivo per cui la si deve scegliere con cura. Facciamo un esempio che è bene evitare: ti sei innamorato di una montatura in metallo e con i cerchi per le lenti belli grandi e la tua gradazione può beneficiare di una lente a medio indice ma a lavorazione eseguita ti accorgi che i bordi sono spessi e si nota l'effetto “fondo di bottiglia”. Seguendo alcuni trucchetti potrai risparmiare sulla lente ottenendo comunque risultati eccellenti!

Generalmente le montature in plastica sono più grosse rispetto a quelle in metallo quindi coprono meglio gli spessori al bordo; inoltre non hanno i naselli e scaricano il peso dell'occhiale su tutto il naso facendo sentire meno la pressione e lasciando segni meno marcati.

In caso di alte gradazioni e compatibilmente con i tuoi gusti dovresti orientarti verso forme tondeggianti perchè quelle spigolose, come quelle rettangolari o a farfalla, tendono ad avere elevati spessori sugli angoli. Un altro suggerimento è quello di scegliere forme piccole perchè richiedono lenti di basso diametro che, a parità d'indice di rifrazione, risultano più sottili. Se sei ipermetrope puoi osare un po’ di più con le dimensioni perchè le lenti correttive per questo difetto sono più spesse al centro rispetto al bordo, al contrario di quelle per la miopia.

Come proteggere gli occhi davanti al computer

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti