9 falsi miti sugli occhiali da vista a cui è bene smettere di credere

9 falsi miti sugli occhiali da vista a cui è bene smettere di credere

Quando si tratta di discutere di occhiali da vista e acquisti dall’ottico, tutti i nostri conoscenti diventano esperti nel settore. Nel tempo, opinioni e dicerie non basate su studi scientifici sono andate a creare numerosi miti su questi temi.

Questi, se alimentati, possono essere fuorvianti e addirittura dannosi per chi porta gli occhiali, mettendo a rischio la salute degli occhi.

Di seguito vi presentiamo nove dei miti più famosi riguardo gli occhiali da vista, e vi spieghiamo i motivi per cui fareste meglio a non credere a queste dicerie!

 

Passi molto tempo al computer? Scopri come proteggere i tuoi occhi: scarica la guida gratuita!

 

1. Non indossare gli occhiali permette all’occhio di riposare

A livello fisiologico accade proprio il contrario: non indossare gli occhiali fa stancare gli occhi. La correzione con gli occhiali da vista, oltre a correggere i problemi di nitidezza dati dal difetto visivo (miopia, ipermetropia, astigmatismo), riequilibra anche tutti gli aspetti motori degli occhi e di messa a fuoco da vicino (accomodazione). In parole semplici: l’occhiale da vista corregge il difetto visivo e riposa l’occhio, armonizzando e bilanciando tutti gli aspetti della visione.

 

2. L’utilizzo dell’occhiale crea dipendenza

La sensazione di dipendenza che danno gli occhiali non è nient’altro che l’adattamento ad essi ed alla visione nitida e naturale che donano! Quando succede non significa che stai peggiorando, ma ti stai solo abituando a vedere meglio: sei semplicemente dipendente dal “vedere bene”, come tutti del resto.

 

3. Indossare occhiali premontati è lo stesso che indossare occhiali fatti su misura

L’occhiale premontato, ovvero l'occhiale da lettura già pronto (“ready readers” in inglese), ha un forte appeal sul presbite: costa poco, ha colori sgargianti e sembra risolvere il problema visivo con un impegno di tempo minimo.

Questa comodità va a discapito della salute del portatore, ignaro del danno che sta procurando al suo occhio. L’uso del premontato danneggia la vista ed affatica gli occhi per vari motivi tecnico-scientifici ben noti, ad esempio:

  • mancato rispetto della distanza tra i due occhi, diversa tra persona e persona;
  • correzione errata delle differenze di potere possibili tra occhio destro e occhio sinistro;
  • qualità della montatura e della lente scadente (infatti gli studi dimostrano che il 50% dei premontati messi in commercio in Europa non rispetta le norme sulla qualità.)

Un occhiale da vicino fatto su misura dall’ottico qualificato rispetterà sotto ogni aspetto le caratteristiche fisiche ed ottiche del portatore e le norme di qualità vigenti. Inoltre, grazie alla consulenza del professionista, la soluzione visiva sarà completa e soddisfacente sotto tutti i punti di vista.

 

offerta occhiali progressivi

 

4. Per proteggere la lente da sole deve essere più scura possibile

La protezione dai raggi UV del sole non è data dal colore più o meno intenso della lente, ma dal grado di filtraggio del materiale (UV-Blocking).

La controprova sta nel fatto che le lenti da vista con antiriflesso UV, nonostante siano chiare, proteggono dai raggi UV. Certo, non schermano l'intensità della luce, non essendo colorate, ma bloccano il passaggio dei raggi del sole nocivi per il nostro occhio.

Le lenti da sole colorate ma non certificate (senza UV-Blocking), nonostante siano scure, non proteggono dai raggi UV; in più, facendo dilatare la pupilla, permettono ad una quantità maggiore di raggi UV di entrare nel nostro occhio. Solo col tempo ci renderemo conto del danno provocato da questi dispositivi illegali.

Quando compri un occhiale da sole, dunque, verifica che sia presente sulla lente l’UV-Blocking, non ti curare solo di vedere quanto è scura!

 

5. Dobbiamo proteggere i nostri occhi solo dai raggi UV

Con l’avvento dei nuovi schermi LCD e la diffusione massiccia di dispositivi elettronici, gli studiosi hanno scoperto che alcune radiazioni emesse da questi dispositivi (HEV) sono potenzialmente dannose per la retina: aggiungere un filtro per le luci blu al nostro occhiale da vista aumenterà il grado di protezione e il comfort visivo durante l’uso dei device digitali.

 

6. Se vedi bene non hai bisogno di andare dall’ottico

Un controllo della vista all’anno (massimo due anni) dall’ottico specializzato è altamente consigliato. Spesso si riesce infatti a individuare problemi di cui non eravamo minimamente a conoscenza. Una buona prevenzione è fondamentale per la salute della nostra vista!

 

7. Esistono rimedi segreti per eliminare graffi sulla lente

Purtroppo una volta che la lente è graffiata rimane così. Alcuni rimedi possono minimizzare il graffio, ma non sono completamente risolutivi.

Scegliendo, al momento dell’acquisto, un trattamento indurente di alta qualità (solitamente chiamato “antigraffio”) da aggiungere all’occhiale da vista, e pulendo in maniera adeguata la lente utilizzando il panno specifico previo risciacquo della lente sotto acqua del rubinetto, si eviteranno fastidiosi graffi. Meglio evitare invece di utilizzare saponi sui trattamenti, perché si rischia di danneggiarli, e di alitare sulla lente prima di pulirla, azione del tutto inutile.

 

8. Fare esercizi con gli occhi elimina la necessità di occhiali da vista

La qualità della visione dipende anche dalla forma dei tuoi occhi: se questa non è perfetta, avrai bisogno di una correzione e quindi degli occhiali da vista. La salute dei tuoi occhi invece dipende da tanti fattori: fare esercizi specifici con gli occhi è senza dubbio un elemento positivo. Ad ogni modo, se il tuo occhio necessita di una correzione, questi esercizi non elimineranno il bisogno di un occhiale correttivo da vista.

 

9. Se hai problemi da vicino basta comprare un occhiale da riposo

Un occhiale da vista definito “da riposo” non è nient’altro che un occhiale con una gradazione leggera o una gradazione che la persona sente di dover indossare solo in occasioni dove la visione si fa difficoltosa (lettura, lavoro, guida). Non esiste un occhiale da riposo preconfezionato o adatto a tutti indiscriminatamente: ognuno necessita della propria gradazione che l’ottico indicherà insieme alle modalità d’uso.

Come proteggere gli occhi davanti al computer

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti