<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=368390107154414&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

5 semplici consigli per aiutarti a migliorare la vista

ragazzo con occhiali da vista

I problemi di vista sono un disagio che rischia di mettere a repentaglio la routine quotidiana di chiunque perché causano tensione, stress, spesso mal di testa. In caso di sfuocamenti importanti rendono addirittura difficile rendersi conto di ciò che ci circonda.

In questo articolo troverai 5 semplici e validi consigli per migliorare la vista nelle condizioni che pongono il tuo sistema visivo sotto stress.


Quando hai fatto l'ultimo controllo visivo? Non aspettare più: prova il nostro test della vista online!

 

1. Tieni sotto controllo la vista

Come le analisi del sangue e altre visite di controllo anche l’analisi visiva andrebbe programmata annualmente. In questo modo anno dopo anno potrai seguire l’andamento della tua condizione. Pensa ad esempio ai mal di testa ricorrenti: grazie a un semplice controllo della vista puoi capire facilmente se si tratta solamente di un periodo stressante oppure se sussiste un difetto che andrebbe corretto.

Inoltre durante questo controllo ricordati di descrivere accuratamente le tue abitudini e i tuoi disagi di modo che il professionista possa darti consigli utili e puntuali su come migliorare la vista.

 

2. Riconosci i sintomi dei difetti visivi

In caso di scompensi il corpo umano è molto bravo ad inviare dei segnali chiari e forti per far scattare il campanello d’allarme: sta a noi prestarci attenzione e capire quando è il caso di approfondire la faccenda.

Nel caso dei problemi di vista i segnali tipici sono:

  • dolore e bruciore agli occhi;
  • occhi arrossati;
  • sensazione di affaticamento;
  • mal di testa nelle zone tempiali e/o frontali;
  • uno sfuocamento della visione che può essere fisso o intermittente.

3. Leggi tanto? Munisciti del giusto occhiale

Anche per un emmetrope, ossia una persona senza difetti visivi, la lettura prolungata rappresenta una forte fonte di stress per l’intero sistema visivo. Per poter vedere nitidamente le immagini ravvicinate, nell’occhio devono accadere una serie di cambiamenti che comportano dispendio energetico. Il principale è la contrazione del cristallino, una lente che si trova dietro la pupilla, che aumenta il potere dell’occhio fino a mettere a fuoco ciò che si sta fissando.

Tutto questo processo, chiamato accomodazione, affatica la vista. Una contrazione prolungata potrebbe portare a un blocco accomodativo, ossia una condizione in cui il cristallino fatica a rilassarsi e quindi alzando lo sguardo dal libro si vedrà sfuocato per un intervallo di tempo più o meno lungo. Inoltre un esagerato utilizzo della vista per il vicino è strettamente collegato all’insorgenza e al peggioramento della miopia.

Per migliorare la vista se leggi tanto recati da un professionista della visione e chiedi che ti dia un’indicazione sulla gradazione per un occhiale da lettura adatto a te. Poi dall’ottico potrai scegliere in base alle tue necessità se optare per un occhiale monofocale oppure per un paio di lenti con supporto accomodativo, ideali per i giovani che devono già portare un occhiale correttivo a permanenza.

 

4. Scegli lenti con filtro anti luce blu se usi molto il PC

Gli schermi a led, quindi non solo quelli dei PC ma anche di altri device come tablet e cellulari, emettono una radiazione chiamata “luce blu”. Essa è stata associata a una maggiore sensazione di bruciore e stanchezza oculare, oltre che a uno scombussolamento del ritmo sonno-veglia.

Come fare? È possibile optare per lenti con trattamento anti luce blu, che bloccano questa radiazione e quindi proteggono i tuoi occhi quando stai troppe ore davanti agli schermi.

 

5. Posiziona correttamente la scrivania e il computer

Di questi tempi è molto comune passare molte ore seduti a una scrivania, spesso anche davanti allo schermo di un computer. Se rientri nella categoria dei videoterminalisti devi sapere che la tua vista può essere influenzata anche dalla postura che adotti stando alla scrivania.

Affinché sia la vista sia il resto del tuo corpo si sentano bene dopo la giornata lavorativa è consigliabile che lo schermo del PC sia a un’altezza tale da non dover abbassare lo sguardo o inclinare la testa verso il basso. Inoltre se ti capita di dover leggere per tanto tempo dei documenti cartacei l’ideale sarebbe procurarsi un supporto che ti permetta di leggere senza dover piegare la testa o ingobbire la schiena. Potrebbe essere anche un semplice raccoglitore vuoto.

Un altro ruolo importante lo gioca l’illuminazione della stanza: cerca di posizionare la scrivania in modo tale da non essere controluce e non avere riflessi fastidiosi sullo schermo dovuti a lampade o finestre. Questi infatti distraggono l’accomodazione e stancano ancora di più gli occhi.

test della vista online

Torna al blog

Iscriviti alla newsletter!

Post recenti